top of page

Dopo le Great Resignations arriva il Great Gloom

I lavoratori nel mondo iniziano a manifestare il Grande Sconforto


Intro

Negli ultimi tempi, nello specifico dopo il 2020, il mondo del lavoro ha attraversato una serie di trasformazioni significative, dalle Great Resignations al sorgere di un nuovo fenomeno che sta catturando l'attenzione: il Great Gloom. In italiano sarebbe il fenomeno del Grande Sconforto, una nuova tendenza riferita alle persone e al mercato del lavoro.


Panoramica del fenomeno

Le Great Resignations hanno segnato un punto di svolta nel modo in cui le persone affrontano il lavoro. Diverse ragioni, come la ricerca di un migliore equilibrio casa-lavoro, la priorità del benessere psico-fisico e il bisogno di un significato effettivo nella propria carriera, hanno spinto molte persone a lasciare i propri posti di lavoro.

Tuttavia, ciò che è seguito ha sorpreso molti osservatori: anziché un periodo di soddisfazione dovuto alla libertà appena ritrovata, si è verificato un Great Gloom, i.e. un senso diffuso di insoddisfazione e incertezza.


Lo studio di BambooHR

BambooHR ha appena pubblicato il suo primo Employee Happiness Index, un rapporto di riferimento trimestrale che analizza l'eNPS, ovvero l'employee Net Promoter Score. Sono stati intervistati oltre 57mila dipendenti operanti in 8 settori chiave.

Da giugno 2020 a oggi l’eNPS medio è diminuito del 16%. Se si considera solo l’ultimo anno, l’eNPS complessivo è sceso dell’11% da giugno 2022 a giugno 2023, deteriorandosi a un ritmo quasi 15 volte più veloce rispetto ai due anni precedenti messi insieme. In Italia solo 3/10 persone si dichiarano appagate e soddisfatte del loro lavoro.


Le Cause del Great Gloom:

  1. Isolamento e Perdita di Collegamento Sociale: Il lavoro spesso fornisce una rete sociale importante. La transizione verso il lavoro remoto o il cambio di carriera può portare a un senso di isolamento e alla perdita di connessioni significative.

  2. Pressioni Economiche e Incertezza: L'instabilità economica e l'incertezza finanziaria, unite alla crescente inflazione, hanno contribuito a un clima generale di ansia e preoccupazione per il futuro finanziario.

  3. Aspettative Non Soddisfatte: Molti che hanno lasciato il lavoro inizialmente per cercare maggiore soddisfazione hanno scoperto che le loro aspettative non erano sempre in linea con la realtà. Questo divario può portare a sentimenti di delusione e frustrazione.

  4. Cambiamenti Rapidi e Inaspettati: La velocità dei cambiamenti, sia sul fronte tecnologico che sociale, può far sentire molte persone sopraffatte e incapaci di adattarsi prontamente, generando un senso di impotenza.


Impatti sul Mercato del Lavoro

Il Great Gloom ha lasciato il suo segno anche sul mercato del lavoro. Le aziende si trovano di fronte a una sfida unica nel cercare di attirare e trattenere i collaboratori in un periodo in cui le aspettative e le priorità delle persone stanno cambiando rapidamente. Il talento è ora più selettivo e orientato verso ambienti di lavoro che offrono un equilibrio tra vita e lavoro, sviluppo personale e un impatto significativo.

Questo genere di politiche rientrano nella strategia di employer branding, sempre più messa in atto dalle imprese più consapevoli e visionarie.


Conclusioni:

Il Great Gloom è un segnale che le persone stanno cercando qualcosa di più dal loro lavoro, oltre a un semplice stipendio.

Si tratta di un fenomeno che non solo conferma i valori alla base delle Great Resignations, ma prende anche coscienza dei risvolti pratici della nuova operatività lavorativa.

Le aziende e i leader devono rispondere a questa sfida adattando le loro strategie per rispondere alle aspettative mutevoli del mondo del lavoro o rischiano di perdere il passo con i tempi. Il Grande Sconforto può essere visto come una chiamata all'azione per creare ambienti lavorativi più sani, sostenibili e significativi per tutti.

57 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Kommentare


bottom of page